Vinicio Capossela - Camera a sud (testo)


“Rubami l’amore e rubami
il pensiero di dovermi alzare
e ruba anche l’ombra di fico che copre
il cicalar della comare
che vedo bianco di calce e pale
pigramente virare

Vinicio Capossela - Guiro (testo)


“Indugio ancora un poco
il giorno nuovo arriva fioco
e bianco lattiginoso
spero in un mal di gola
alla sveglia chiedo un’ora o niente
mi darò assente
decidere non è il mio pregio
son nato stanco, ci penserò domani

Vinicio Capossela - Tornando a casa (testo)


“Sento i galli abbaiare
e gli ultimi mezzi passare
a trafiggere il resto del sabato
son tornato stratardi anche stavolta
e non so come dire
ma me ne faccio una colpa

Vinicio Capossela - Il fantasma delle tre (testo)


“Con quella faccia triste
cosa c’hai trovato in lui
raccontava grandi storie
o forse eran tutte balle
certo, gli occhi ti guardava
e le cosce non toccava

Vinicio Capossela - Ma l’America… (testo)


“- Ma che confusione -
fischia il merlo al re
- il vento non mi dà
altri segni per tornar -

Bad Behavior has blocked 3257 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok