Bruce Springsteen - Born to run (testo e traduzione)

“In the day we sweat it out
in the streets of a runaway American dream
at night we ride through
mansions of glory in suicide machines
sprung from cages out on highway 9
chrome wheeled, fuel injected
and steppin’ out over the line
baby, this town rips the bones from your back
it’s a death trap, it’s a suicide rap
we gotta get out while we’re young
’cause tramps like us
baby, we were born to run

Wendy let me in I wanna be your friend
I want to guard your dreams and visions
just wrap your legs ’round these velvet rims
and strap your hands across my engines
together we could break this trap
we’ll run till we drop
baby we’ll never go back
will you walk with me out on the wire
’cause baby I’m just a scared and lonely rider
but I gotta find out how it feels
I want to know if love is wild
girl I want to know if love is real

Beyond the Palace hemi-powered drones
scream down the boulevard
the girls comb their hair in rearview mirrors
and the boys try to look so hard
the amusement park rises bold and stark
kids are huddled on the beach in a mist
I wanna die with you Wendy
on the streets tonight
in an everlasting kiss

The highway’s jammed with broken heroes
on a last chance power drive
everybody’s out on the run tonight
but there’s no place left to hide
together Wendy we’ll live with the sadness
I’ll love you with all the madness in my soul
someday girl I don’t know when
we’re gonna get to that place
where we really want to go
and we’ll walk in the sun
but till then tramps like us
baby we were born to run”.

—————————————————-

Traduzione.

“Di giorno ci sfoghiamo sulle strade
di un effimero sogno americano
di notte giriamo tra ville gloriose
su macchine da suicidio
usciti dalle bare di cemento verso l’autostrada 9
su ruote cromate, motori a iniezione
correndo sulla linea bianca
piccola, questa città
ti strappa le ossa dalla schiena
è una trappola mortale, un invito al suicidio
dobbiamo fuggire finché siamo giovani
perché i vagabondi come noi
tesoro, sono nati per correre

Wendy, fammi entrare, voglio essere tuo amico
voglio proteggere i tuoi sogni e le tue visioni
accavalla le gambe su questi sedili di velluto
e afferra con le mani i miei motori
insieme potremo rompere questa trappola
correremo fino a cadere, piccola
non torneremo mai indietro
camminerai con me sul filo
perché piccola, sono soltanto
un viaggiatore spaventato e solo
ma voglio sapere come ci si sente
voglio sapere se il tuo amore è selvaggio
ragazza, voglio sapere se l’amore è vero

Oltre il Palace motori a metà giri
rombano lungo il boulevard
le ragazze si aggiustano i capelli nei retrovisori
e i ragazzi provano gli sguardi da duro
il parco dei divertimenti spicca alto e solenne
i ragazzi si rannicchiano sulla spiaggia nella foschia
voglio morire con te sulla strada stanotte
in un bacio senza fine

Le autostrade sono piene di eroi distrutti
alla guida della loro ultima possibilità
sono tutti in fuga, stanotte
ma non è rimasto più nessun posto dove nascondersi
insieme Wendy possiamo sopportare la tristezza
ti amerò con tutta la pazzia della mia anima
un giorno ragazza, non so quando
arriveremo in quel posto
dove davvero vogliamo andare
e cammineremo al sole
ma fino ad allora i vagabondi come noi
sono nati per correre”.

—————————————————-

Bruce Springsteen, Born to run - 4:30
Album: Born to run (1975)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

E’ disponibile una nuova versione di questo brano sul sito InfinitiTesti.com.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

—————————————————-

Citazioni.

Born to Run è una canzone del cantante/cantautore statunitense Bruce Springsteen, title track dell’album Born to Run. La canzone è classificata alla ventunesima posizione della classifica delle 500 migliori canzoni della storia stilata dalla rivista Rolling Stone. Born to Run fu il primo successo internazionale di Springsteen, benché almeno inizialmente ebbe poca risonanza al di fuori degli Stati Uniti. In America il singolo ricevette una massiccia programmazione radiofonica nelle stazioni radio rock, mentre relativamente poca nelle radio pop. Il singolo infatti raggiunse al suo massimo la posizione 23 della classifica Billboard Hot 100″.

(Wikipedia, voce Born to Run (brano musicale))

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Marie Jolie (quality@infinititesti.com)

—————————————————-

  • Share/Bookmark

8 Commenti a “Bruce Springsteen - Born to run (testo e traduzione)”

  1. Le strade che percorri sempre,quelle che ti portano al lavoro,quelle di casa e quando viene sera vai a bere qualcosa prima di ricominciare un’altro giorno,sembra un ingranaggio da cui non puoi sottrarti,nasce il desiderio di EVADERE,salire su una chevrolet cabrio e correre tutta la notte con la tua ragazza verso qualunque direzione senza tornare indietro,perchè il rumore del motore e l’aria che ti arriva in faccia sembra che i problemi quotidiani,le frustrazioni e le malinconie si scrollino dal tuo animo e tutto sembra andare per mil verso giusto,lasciare le vecchie strade per trovare nuove speranze,nuovi orizzonti…

  2. Luca, anch’io vorrei tanto evadere. Ma dove la trovo qui una Chevrolet Cabrio? Io mi accontento di una Duna, l’importante è andarsene. Dall’Italia…

  3. E se il viaggio fosse più interiore? Se fosse una presa di distanze dal “pacchetto in dotazione”, dalle cose e dai modelli così come ci vengono presentati? Anch’io lascerei questo paese, ma non potrei lasciare me stesso.. Quindi vale la pena ricominciare a correre ed imparare, ogni tanto, a fermarsi..

  4. a volte il viaggio interiore deve per forza di cosa accompagnarsi ad un viaggio vero, per capire se stessi a volte è necessario staccare completamente dal proprio vivere quotidiano. Per capire se ti piace il lavoro che stai facendo, devi prenderti un lungo periodo di ferie ed andartene in giro per il mondo. Se alla fine non vuoi più tornare a casa, significa che devi cambiare vita, o finisci annientato. Lo stesso vale per la fidanzata: se sei capace di stare senza di lei per dieci giorni di seguito, non è la donna per te. Meno che mai se lei è capace di stare senza di te, non farti abbagliare dalle sue scuse sulla tua carenza d’affetto nei suoi confronti. Ed in tutti questi casi, carica il tuo ipod o equivalente, metti in memoria tutta la discografia di Springsteen, e vai alla ricerca della tua promised land. Perché, amici, non siamo tutti born to run, anche se a volte ci fermiamo per pigrizia.

  5. dobbiamo fuggire finché siamo giovani, ma se alla fine questo sogno viene tradito che cosa ci rimane? E poi, fuggire dove? Questo sarebbe veramente il momento giusto per andare via dall’Italia, ma abbiamo valide alternative? Ed esiste una ragazza che meriti veramente un amore eterno, per cui sacrificare tutto quello che abbiamo? Bruce negli anni Settanta aveva molti problemi in meno quando scrisse questa Born to run. Il mondo è proprio cambiato…

  6. il mondo è cambiato, o sono cambiati i nostri principi e ideali? Per quanto mi riguarda, la fuga (volontaria o forzata) è un’esperienza che qualunque uomo (che voglia definirsi uomo) deve fare nella vita, una volta o anche qualcuna di più. Anche con una bella ragazza al fianco, perché finalmente si dovrà sapere if love is wild, girl I want to know if love is real…

  7. Born to run è la canzone del riscatto, del sogno americano, della rabbia che diventa voglia di rivincita… tutti sentimenti che mancano a noi mediocri italiani, capaci solo di subire le avversità e a modellarci a esempi negativi…… siamo proprio un popolo di stronzi

  8. d’accordissimo con l’ultimo commento di Riccardo… ma forse questo non era vero vent’anni fa o giù di lì (Guccini docet)… all’epoca i giovani italiani avevano sì la forza e la voglia di cambiare le cose… negli ultimi vent’anni ci siamo abbrutiti dietro le televisioni commerciali di un tipo che è riuscito a soggiogare non solo tutto il popolo italiano, ma anche la sua cultura… non siamo stati sempre un popolo di stronzi, lo siamo diventati col tempo

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 8169 access attempts in the last 7 days.