Bruce Springsteen - Racing in the street (testo e traduzione)

“I got a sixty-nine Chevy with a 396
Fuelie heads and a Hurst on the floor
she’s waiting tonight down in the parking lot
outside the Seven-Eleven store
me and my partner Sonny built her straight out of scratch
and he rides with me from town to town
we only run for the money got no strings attached
we shut `em up and then we shut `em down

Tonight, tonight the strip’s just right
I wanna blow `em off in my first heat
summer’s here and the time is right
for goin’ racin’ in the street

We take all the action we can meet
and we cover all the northeast state
when the strip shuts down we run `em in the street
from the fire roads to the interstate
some guys they just give up living
and start dying little by little, piece by piece
some guys come home from work and wash up
and go racin’ in the street

Tonight, tonight the strip’s just right
I wanna blow `em all out of their seats
calling out around the world
we’re going racin’ in the street

I met her on the strip three years ago
in a Camaro with this dude from L.A.
I blew that Camaro off my back
and drove that little girl away
but now there’s wrinkles around my baby’s eyes
and she cries herself to sleep at night
when I come home the house is dark
she sighs - Baby did you make it all right -
she sits on the porch of her daddy’s house
but all her pretty dreams are torn
she stares off alone into the night
with the eyes of one who hates for just being born
for all the shut down strangers and hot rod angels
rumbling through this promised land
tonight my baby and me we’re gonna ride to the sea
and wash these sins off our hands

Tonight tonight the highway’s bright
out of our way mister you best keep
`cause summer’s here and the time is right
for goin’ racin’ in the street”.

—————————————————-

Traduzione.

“Ho una Chevy del ’69 con una testata 396
e un cambio Hurst sul pianale
aspetta stanotte giù al parcheggio
fuori dai magazzini Seven-Eleven
io e il mio amico Sonny
l’abbiamo ricostruita dai rottami
e lui gira con me da una città all’altra
corriamo solo per i soldi, non abbiamo legami
li facciamo stare zitti e li massacriamo

Stanotte, stanotte il circuito è perfetto
gli voglio far mangiare la polvere già nel primo giro
l’estate è arrivata ed è il momento giusto
per andare a gareggiare in strada

Prendiamo tutte le gare che possiamo
percorrendo gli stati nord orientali
quando il circuito chiude continuiamo in strada
dalle strade infuocste alle interstatali
alcuni uomini rinunciano semplicemente a vivere
e iniziano a morire lentamente, un poco alla volta
altri rientrano a casa dal lavoro e si rinfrescano
e poi vanno a gareggiare in strada

Stanotte, stanotte il circuito è perfetto
voglio farli saltare tutti fuori dai loro sedili
sfiderò tutto il mondo
stiamo andando a gareggiare in strada

L’ho incontrata sulla pista tre anni fa
era in una Camaro con un tipo di L.A.
mi sono lasciato alle spalle la Camaro
e mi sono portato via quella ragazzina
ma adesso ci sono delle rughe
attorno agli occhi della mia piccola
e la notte piange fino ad addormentarsi
quando rientro a casa è tutto buio
sospira: - E’ andato tutto bene amore -?
Sta seduta sulla veranda della casa di suo padre
ma tutti i suoi bei sogni sono infranti
guarda da sola lontano, nella notte
con gli occhi di una che odia
per il semplice motivo di essere venuta al mondo
per tutti gli estranei sconfitti e gli angeli da hot rod
che rombano attraverso questa terra promessa
stanotte la mia piccola ed io correremo fino al mare
e laveremo dalle nostre mani questi peccati

Stanotte, stanotte l’autostrada è luminosa
è meglio che tu te ne stia fuori dalla nostra strada amico
perché l’estate è arrivata ed è il momento giusto
per andare a gareggiare in strada”.

—————————————————-

Bruce Springsteen, Racing in the street - 6:55
Album: Darkness on the Edge of Town (1978)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

E’ disponibile una nuova versione di questo brano sul sito InfinitiTesti.com.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Marie Jolie (quality@infinititesti.com)

—————————————————-

  • Share/Bookmark

36 Commenti a “Bruce Springsteen - Racing in the street (testo e traduzione)”

  1. questa chiudeva il lato A di Darkness on the edge of town, non ci avevo capito niente del testo ma già allora la musica mi faceva venire i brividi. Poi quando ho capito l’amarezza di quell’amore, di quella ragazza dai sogni infranti che fissa da sola il vuoto nella notte, ho provato una fitta al cuore. Grazie per avermi ricordato questa canzone e soprattutto per la traduzione.

  2. quando guardate l’amore della vostra vita dopo tanti anni, chiedetevi se mai l’avete fatta felice
    chiedetevi se mai siete riusciti a realizzare i suoi sogni di ragazzina
    il fallimento o il successo di un uomo dovrebbe misurarsi dalla felicità delle persone che gli sono vicine
    questa canzone strappa il cuore e lacera l’animo
    è il momento giusto per andare a gareggiare in strada

  3. la descrizione di lei seduta nella veranda della casa di suo padre è da premio Nobel per la letteratura… Bruce è il poeta dei perdenti

  4. quanti pianti ho fatto con questa canzone…. e non ne avevo mai capito fino in fondo il significato come dopo aver letto la traduzione…….. grandissimo Boss

  5. è stata sempre la mia preferita di Darkness on the edge of town… sin dal primo ascolto strappa il cuore e ti concede una pausa per riflettere…… anche perché Bruce è così: ti carica al punto giusto per le cose importanti e ti riprende con calma per farti ragionare su quello che è stato…

  6. lui vince le gare con la macchina e perde nella vita. Destino infame.

  7. she sighs - Baby did you make it all right -
    she sits on the porch of her daddy’s house
    but all her pretty dreams are torn…
    poesia pura, bravi con la traduzione, ma non si riuscirà mai a rendere la forza di questo passo in italiano……

  8. non so quanti avranno notato il meraviglioso contrasto in questa canzone tra la lentezza della narrazione mentre parla di velocità e corse di macchine…

  9. secondo me c’è qualcosa che non quadra in questa canzone: se lei è solo stanca della sua vita e del suo uomo che corre, perché dovrebbe starsene da sola “con gli occhi di una che odia semplicemente per essere venuta al mondo”? E quali peccati dovranno essere lavati nel mare?

  10. e soprattutto … la “baby” con la quale dovrà correre sino al mare e lavare i peccati dalle loro mani… è la ragazza o la sua Chevy del ‘69… ? Perché con gli uomini non si sa mai, eh…..

  11. e per quale motivo non dovrebbe riferirsi alla sua macchina? Magari è proprio l’unica cosa che gli è rimasta, poveraccio…….. perchè esiste una categoria di donne che non sanno mai apprezzare nulla del loro presente e hanno continuamente rimorsi su quello “che sarebbe stato” se avessero fatto scelte di vita differenti….. come se i loro uomini fossero tutti dei falliti e quelli delle altre donne tutti principi…. e a quel punto agli uomini non rimane altro che sfogare l’amarezza con l’unica “donna” che non li tradirà mai……. per Bruce è la Chevy del ‘69

  12. è triste vedere come per lui contino solo le corse con le macchine, mentre la sua ragazza è solo un contorno, un triste contorno… alla fine penso comunque che lui si renda conto dei suoi errori, riesce a vedere la tristezza negli occhi di lei e vuole lavare i suoi “peccati” nel fiume per tornare alla purezza di un tempo…. almeno è quello che ci vedo io, un lieto fine

  13. ho l’impressione che lei non sia distrutta dalla tristezza, ma che sia consumata dalla paura e dalla preoccupazione per la sorte del suo amato, che rischia la vita ad ogni corsa: “ma adesso ci sono rughe attorno agli occhi della mia piccola e la notte piange fino ad addormentarsi … quando rientro a casa è tutto buio, lei mi sussurra: è andato tutto bene amore?” … è ovvio che non c’è risentimento verso di lui, ma solo tanta, tanta paura….. una paura che può comprendere solo chi ci è passato di persona

  14. Roberto, è più facile trovare uomini amanti del loro ego e delle loro passioni, piuttosto che donne come le descrivi tu… e se una donna diventa così non è solo per egoismo, ma spesso solo per esasperazione. E la chiudo qui.

  15. non è una canzone per tutti: solo chi ama un “ambiente” e vive per esso e per sentire il RISPETTO di chi ci vive può capirlo…… grande Bruce

  16. secondo me alla ragazza è successo qualcosa che non viene detto nella canzone, e Bruce lo lascia solo intuire. Questo spiegherebbe anche lo sbalzo umorale e passionale della tipa e il diverso lasso temporale tra l’inizio e la fine della canzone. Ma cosa sia successo non lo so.

  17. sono d’accordo con vera: lei sognava una vita diversa, meno pericolosa e magari con una casa e tanti bimbi attorno. mentre si ritrova ancora col babbo, ad aspettare che il suo amato ritorni la sera dopo aver rischiato la vita… la preoccupazione e la paura distruggono le persone e in particolare le donne…… e gli uomini dovrebbero capirlo prima di pensare solo alle proprie passioni

  18. Roberto p. non hai capito niente di questa canzone

  19. io la vedo diversamente: lei non odia lui, anzi probabilmente è la sua sola consolazione nella vita. Qui il Boss parla di due categorie di “perdenti”, una che non si rassegna al proprio destino e trova sempre il modo di combattere (”alcuni uomini rinunciano semplicemente a vivere e iniziano a morire lentamente, un poco alla volta / altri rientrano a casa dal lavoro e si danno una lavata e poi vanno a gareggiare in strada”). (N.B. “dare una lavata” è proprio bruttino, sarebbe meglio “si rinfrescano”). E la categoria che muore lentamente, un poco alla volta (alla quale appartiene la sua ragazza), poi ha “gli occhi di una che odia per il semplice motivo di essere venuta al mondo”. Ma c’è speranza anche per lei, perché correranno insieme fino al mare per lavare insieme i loro peccati. E’ una canzone di speranza, alla fine.

  20. a parer mio vi state accanendo sulla canzone meno riuscita di Darkness on the edge of town, sono trent’anni che è chiaro che le ballad del disco non hanno né capo né coda, mentre i rock potenti sono quelli che hanno fatto la sua storia. La gente ricorda Badlands, non Racing in the street.

  21. Cleo, potrò anche non aver capito nulla di questa canzone, ma non puoi certo negarmi che le donne che ho descritto non esistano… non dirmi che tante donne non cominciano a recriminare guardando qualche loro ex con qualche decina di migliaia di euro in più, fantasticando sulla vita che avrebbero potuto fare se non avessero scelto diversamente…… e dai…. Bruce è il poeta dei perdenti, è vero… e gli uomini che scelgono queste donne sono solo perdenti

  22. sì, certo, e allora siccome Racing in the street è la mia preferita di Darkness, allora io non ho capito nulla di Darkness…e vabbè

  23. Gabriele, ma dici sul serio o stai solo trollando?

  24. io rispetto tutte le opinioni, ma dire che le ballate di Darkness “non hanno né capo né coda” è al limite della libertà di opinione, quasi da censura come un insulto all’intelligenza

  25. mi piace molto l’interpretazione di Stefano, la suddivisione dei perdenti in due categorie (”Combattenti e/o resistenti” e “Delusi e/o rinunciatari”) era qualcosa che avevo già nella testa, ma messa così linearmente mi ha illuminato

  26. non sono d’accordo con molti di voi, l’odio della ragazza per la propria vita viene trattato in modo troppo superficiale… è ovvio che qualcosa di importante deve essere successo a quella ragazza, e non ha a che fare con le corse se non in modo indiretto…

  27. Darkness è un concept album in cui si prende spunto da una coppia di perdenti per esaltarne l’umanità.
    Racing è il lato A di Darkness, non a caso sono una la chiusura del lato A ed una la chiusura del lato B.
    Non ci sono lieti fini, l’album è amaro ma lascia un non detto che stimola l’immaginazione.
    E’ questa la sua enorme grandezza. Dopo 25 anni ho ripreso ad ascoltarlo e non me ne stacco da un mese.

  28. Beh…dire che Racing non è riuscita è gravissimo,al limite con la libertà d’opinione,la gente si ricorda nYc serenade,Thunder road,drive All night,one step Up,point blank…eccome che se le ricorda

  29. resta da capire il perchè della profonda tristezza della ragazza…… ma cosa le è successo?

  30. Bruce Springsteen patrimonio dell’umanità

  31. la spiegazione di una tristezza della ragazza come “depressione” generica o come effetto dello stress derivante dalle corse del compagno … beh, non regge proprio… c’è di sicuro qualche motivo più importante che Bruce, stranamente, non ha voluto rivelare.

  32. c’è una versione di questa canzone con testo diverso in The Promise… magari da lì si capisce meglio

  33. E’ una canzona pubblicata nel 1978 e scritta probabilmente qualche anno prima. Momenti storici dimenticati o incomprensibili ai giovani. Altri tempi, altra America, altra generazione. Altre auto. :-)

  34. storia che lascia il segno

  35. sono daccordo con Luigi,dire che Racing è di second’ordine mi pare francamente esagerato.. poi ognuno di noi ha le proprie preferenze,molto dipende anche dallo stato d’animo in cui siamo..
    però in realtà scrivo qs commento x dire che purtroppo la grandezza di questo colosso umano della musica mondiale,bisogna pur ammettere che in Europa e soprattutto in Italia non è tanto conosciuto e apprezzato come altre band che a mio avviso non sono degni nemmeno di pulirgli la chitarra… cioè quì manca la cultura della musica del boss.. si passa pochissimo anche in radio.. io ho provato a richiederne un pezzo in una radio locale e mi hanno preso x un alieno,cosa che invece non succede con gli u2 o con i pink.. perchè tutto questo??????
    cmq grandissimo boss.. x me sempre il n1

  36. Caro Gabriele, scrivo ad anni di distanza ma poco conta. Quello che conta è che lo stesso Boss qualche mese fa ha messo Racing tra le sue 5 canzoni più belle in un’intervista in occasione della pubblicazione della sua autobiografia.
    Il Boss é il boss, sia quando strilliamo Badlands con lui x 4 ore filate (ohoohohooohoo), sia quando ci incanta con Thunder Road acustica dopo aver messo a nanna tutta la e street band.
    Noi adoriamo tutto di lui. E adoriamo Racing. Io almeno la adoro, in tutte le sue versioni.

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 3373 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok