Bruce Springsteen - Factory (testo e traduzione)

“Early in the morning factory whistle blows
man rises from bed and puts on his clothes
man takes his lunch, walks out in the morning light
it’s the working, the working, just the working life.

Through the mansions of fear
through the mansions of pain
I see my daddy walking
through them factory gates in the rain
factory takes his hearing, factory gives him life
the working, the working, just the working life.

End of the day, factory whistle cries,
men walk through these gates with death in their eyes
and you just better believe, boy
somebody’s gonna get hurt tonight
it’s the working, the working, just the working life”.

—————————————————-

Traduzione.

“Al mattino presto fischia la sirena della fabbrica
l’uomo si alza dal letto e indossa i suoi vestiti
prende la sua colazione, ed esce alla luce del mattino
è il lavoro, il lavoro, nient’altro che vita di lavoro.

Attraverso i luoghi di paura
attraverso luoghi di dolore
vedo mio padre superare
i cancelli della fabbrica mentre piove
la fabbrica si prende il suo udito
la fabbrica gli dà la vita
il lavoro, il lavoro, nient’altro che vita di lavoro

La giornata è finita, grida la sirena della fabbrica
gli uomini varcano di nuovo i cancelli
con la morte negli occhi
e tu, ragazzo, farai meglio a credere
che qualcuno starà male questa notte
è il lavoro, il lavoro, nient’altro che vita di lavoro”.

—————————————————-

Bruce Springsteen, Factory - 2:20
(Bruce Springsteen)
Album: Darkness on the Edge of Town (1978)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa di Bruce Springsteen.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

—————————————————-

Citazioni.

“In Factory sono descritti altri cancelli. Non sono più quelli che in Mansion on the hill separavano inesorabilmente Doug (il padre, ndr) e Bruce dalla realizzazione sociale, ma quelli che suo padre varcava ogni mattina per entrare in fabbrica, “attraverso le dimore della paura, attraverso le dimore del dolore”: “La giornata è finita, grida la sirena della fabbrica, gli uomini varcano di nuovo i cancelli con la morte negli occhi”.

(in “Bruce Springsteen - Come un killer sotto il sole“, a cura di Leonardo Colombati, Sironi Editore, 2007, p. 45)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Marie Jolie (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

—————————————————-

  • Share/Bookmark

Lascia un Commento

Devi essere autenticato per inviare un commento.

Bad Behavior has blocked 2241 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok