Formula 3 - Eppur mi son scordato di te (testo)

“Eppur mi son scordato di te
come ho fatto non so
una ragione vera non c’è
lei era bella però
un tuffo dove l’acqua è più blu
niente di più

Ma che disperazione
nasce da una distrazione
era un gioco
non era un fuoco

Non piangere salame
dai capelli verde rame
è solo un gioco
e non un fuoco
lo sai che t’amo
io ti amo veramente

Eppur mi son scordato di te
non le ho detto di no
t’ho fatto pianger tanto perché
io sono un bruto, lo so
un tuffo dove l’acqua è più blu
niente di più

Ma che disperazione
nasce da una distrazione
era un gioco
non era un fuoco
non piangere salame
dai capelli verde rame
è solo un gioco
e non un fuoco
lo sai che t’amo
io ti amo veramente

Che disperazione nasce da
una distrazione nasce da
una distrazione che
disperazione nasce da
una distrazione nasce da
una distrazione che
disperazione nasce da

Una distrazione nasce da
una distrazione che
disperazione nasce da

Un tuffo dove l’acqua è più blu
niente di più

Ma che disperazione nasce
da una distrazione era un gioco
non era un fuoco

Non piangere salame
dai capelli verde rame
è solo un gioco
e non un fuoco”.

—————————————————-

Formula 3, Eppur mi son scordato di te - 3:38
(Lucio Battisti, Mogol)
Album: Formula 3 (1970)
Singolo: “Nessuno nessuno / Eppur mi son scordato di te” (1971)

E’ disponibile una nuova versione di questo brano sul sito InfinitiTesti.com.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

—————————————————-

Citazioni.

Nessuno nessuno/Eppur mi son scordato di te è un singolo del 1971 della Formula 3; entrambi i brani sono composti da Lucio Battisti su testi di Mogol. [...] Secondo quanto dichiarato dallo stesso Alberto Radius, il riff di apertura del brano è ispirato a Jimi Hendrix. Per stessa ammissione di Mogol, il famoso verso del ritornello «non piangere salame dei capelli verde rame» fu frutto di un errore di distrazione, mentre nelle sue intenzioni sarebbe invece dovuto essere «non piangere salame dei capelli rosso rame»; il paroliere si accorse dello sbaglio solo a distanza di tempo. Battisti interpretò il brano in una versione acustica durante la trasmissione televisiva Teatro 10 del 1º maggio 1971; un frammento è stato cantato anche nel duetto Mina-Lucio Battisti del 23 aprile 1972, sempre nella trasmissione Teatro 10. Nel 1977 Battisti registrò una versione del brano con il testo inglese, probabilmente durante la lavorazione dell’album Images. Tale versione non è mai stata pubblicata ed è ancora oggi inedita, anche se circola da tempo su Internet”.

(Wikipedia, voce Nessuno nessuno/Eppur mi son scordato di te)

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Francesco Komd
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Marie Jolie (quality@infinititesti.com)
Segretaria di Redazione: Arianna Russo (segreteria@infinititesti.com)

—————————————————-

  • Share/Bookmark

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 3576 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok