Nazim Hikmet - I tuoi occhi son pieni di sole (testo)

“Il raggio è riempito di miele
i tuoi occhi son pieni di sole
i tuoi occhi, mia rosa, saranno cenere
domani, e il miele continuerà
a riempire altri raggi.

Nazim Hikmet - Perché hai tardato tanto? (testo)

“I giorni son sempre più brevi
le piogge cominceranno
la mia porta, spalancata, ti ha atteso
perché hai tardato tanto?

Nazim Hikmet - Benvenuta, donna mia (testo)

“Benvenuta, donna mia, benvenuta!
Certo sei stanca
come potrò lavarti i piedi
non ho acqua di rose né catino d’argento

Nazim Hikmet - Il più bello dei mari (testo)


“Il più bello dei mari
è quello che non navigammo.
Il più bello dei nostri figli
non è ancora cresciuto.
I più belli dei nostri giorni
non li abbiamo ancora vissuti.
E quello
che vorrei dirti di più bello
non te l’ho ancora detto”.
—————————————————-
Nazim Hikmet, Il più bello dei mari
(1942)
Brano inserito nella rassegna Le poesie di InfinitiTesti.
Per segnalare [...]

Nazim Hikmet - I tuoi occhi (testo)


“I tuoi occhi, i tuoi occhi, i tuoi occhi
che tu venga all’ospedale o in prigione
nei tuoi occhi porti sempre il sole.

Bad Behavior has blocked 2851 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok