Francesco De Gregori - Raggio di sole (testo)


“Benvenuto raggio di sole
a questa terra di terra e sassi
a questi laghi bianchi come la neve
sotto i tuoi passi stanchi
a questo amore a questa distrazione
a questo carnevale
dove nessuno ti vuole bene
dove nessuno ti vuole male.

Francesco De Gregori - L’uccisione di Babbo Natale (testo)


“Dolly del mare profondo, figlia di minatori
si leva le scarpe e cammina sull’erba
insieme al figlio del figlio dei fiori.

Francesco De Gregori - Natale (testo)


“C’è la luna sui tetti e c’è la notte per strada
le ragazze ritornano in tram
ci scommetto che nevica, tra due giorni Natale
ci scommetto dal freddo che fa.

Francesco De Gregori - Titanic (testo)


“La prima classe costa mille lire
la seconda cento, la terza dolore e spavento
e puzza di sudore dal boccaporto
e odore di mare morto.

Francesco De Gregori - Stella stellina (testo)


“Nata sono nata nell’Africa d’Italia
in qualche posto e in qualche modo
sono pure cresciuta
Non c’erano chitarre ai miei tempi
non c’erano chitarre da suonare
ma fili d’erba quanti ne volevi tu
da strappare e poi soffiare.

Bad Behavior has blocked 2851 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok