Francesco Guccini - Il pensionato (testo)


“Lo sento da oltre il muro che ogni suono fa passare
l’odore quasi povero di roba da mangiare
lo vedo nella luce che anch’io mi ricordo bene
di lampadina fioca, quella da trenta candele
fra mobili che non hanno mai visto altri splendori
giornali vecchi ed angoli di polvere e di odori
fra i suoni usati [...]

Francesco Guccini - Ophelia (testo)


“Quando la sera colora di stanco
dorato tramonto le torri di guardia
la piccola Ophelia vestita di bianco
va incontro alla notte dolcissima e scalza
nelle sue mani ghirlande di fiori
e nei suoi capelli riflessi di sogni
nei suoi pensieri mille colori di vita
e di morte, di veglia e di sonno.

Francesco Guccini - Il sociale e l’antisociale (testo)


“Sono un tipo antisociale
non m’importa mai di niente
non m’importa dei giudizi della gente
odio in modo naturale
ogni ipocrisia morale
odio guerre ed armamenti in generale
odio il gusto del retorico
il miracolo economico
il valore permanente e duraturo
radio a premi, caroselli
T.V., cine, radio, rallies
frigo ed auto non c’è “Ford nel mio futuro”!

Claudio Lolli - Prima comunione (testo)


“Mille bambini vestiti di bianco
uno di grigio, peccato però
cantano in coro seduti in un banco
uno è stonato e questo lo so.

Claudio Lolli - Ho visto anche degli zingari felici (conclusione) (testo)


“Siamo noi a far ricca la terra
noi che sopportiamo
la malattia del sonno e la malaria
noi mandiamo al raccolto cotone, riso e grano
noi piantiamo il mais
su tutto l’altopiano.

Bad Behavior has blocked 6682 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok