The Housemartins - Happy hour (testo e traduzione)

“It’s happy hour again
I think I might be happy if I wasn’t out with them
and they’re happy, it’s a lovely place to be
happy that the bar is where the barman is a she

Where the haircuts smile and the meaning of style
is a night out with the boss
where you win or you lose and it’s them who choose
and if you don’t win then you’ve lost

What a good place to be, don’t believe it
’cause they speak a different language
and it’s never really happened to me
(it’s happy hour again)
don’t believe it, oh no
’cause it’s never been happy for me
(it’s happy hour again)

It’s another night out with the boss
following in footsteps overgrown by moss
and it tells me that women grow on trees
and if you catch them right
they will land upon their knees

Where they open all their wallets
and they close all their minds
and they love to buy you all a drink
and then we ask all the questions
and you take all your clothes off
go back to the kitchen sink

What a good place to be, don’t believe it
’cause they speak a different language
and it’s never really happened to me
(it’s happy hour again)
don’t believe it, oh no
’cause it’s never been happy for me
(it’s happy hour again)

What a good place to be, don’t believe it
’cause they speak a different language
and it’s never really happened to me
don’t believe it, oh no
’cause it’s never been happy for me
(it’s happy hour again)

Don’t believe it, don’t believe it
(it’s happy hour again)
don’t believe it
(it’s happy hour again)
again and again and again
(it’s happy hour again)
again and again and again
(it’s happy hour again)

Again and again and again
it’s happy hour again”.

—————————————————-

Traduzione.

“Ancora un’happy hour
penso sarei felice se non fossi fuori con loro
e loro sono felici, è un bel posto dove stare
felici che sia il bar dove la barista è donna

Dove si viaggia ad haircut e il senso dello stile (*)
è passare la notte col capo
dove vincerai o perderai e saranno loro a deciderlo
e se non vinci allora hai perso

Che bel posto dove stare, non ci posso credere
loro parlano una lingua diversa
e a me non è mai davvero successo
(ancora un’happy hour)
non ci credo oh no
non è mai stata happy per me
(ancora un’happy hour)

Un’altra notte fuori col capo
seguendo orme ricoperte dal muschio
e mi si dice che le donne crescono sugli alberi
se le prendi nel modo giusto
le farai andare in ginocchio

Dove aprono i portafogli
e chiudono le menti
e sono lieti di pagare a tutti da bere
e poi facciamo tutte le domande
e voi togliete tutti i vestiti
siamo tornati al kitchen sink (**)

Che bel posto dove stare, non ci posso credere
oro parlano una lingua diversa
e a me non è mai davvero successo
(ancora un’happy hour)
non ci credo oh no
non è mai stata happy per me
(ancora un’happy hour)

Che bel posto dove stare, non ci posso credere
loro parlano una lingua diversa
e a me non è mai davvero successo
non ci credo oh no
non è mai stata happy per me
(ancora un’happy hour)

Non ci posso credere, non ci posso credere
(ancora un’happy hour)
non ci posso credere
(ancora un’happy hour)
ancora ed ancora ed ancora
(ancora un’happy hour)
ancora ed ancora ed ancora
(ancora un’happy hour)

Ancora ed ancora ed ancora
è ancora happy hour”.

(Traduzione a cura di Marie Jolie)

—————————————————-

Note:

(*) Definizione di haircut: Drink che prevede: Due persone/Alcool/Energy drink o Gatorade. Una persona tiene indietro la testa e chiude la gola. L’altra persona versa una piccola quantità di energy drink, una grande quantità di alcool, e poi ancora una piccola quantità di energy drink in quell’ordine. Chi sta bevendo a quel punto raddrizza la testa ed ingoia tutto in un colpo. Si fa per due ragioni: non ti accorgi di cosa va giù anche se c’è molto alcool, e ti ubriachi molto velocemente.

(**) “Il realismo “kitchen sink” (lavello in cucina) è un termine coniato per descrivere un movimento culturale britannico sviluppatosi nei tardi anni ’50 / inizio anni ’60 nelle opere teatrali, artistiche, narrative, cinematografiche e televisive, i cui protagonisti possono essere descritti come giovani uomini arrabbiati. Veniva usato lo stile del realismo sociale, descrivendo sovente le situazioni domestiche della classe lavoratrice inglese che viveva in piccoli alloggi sovraffollati e passava il tempo libero a bere in squallidi pubs, analizzando questioni sociali e controversie politiche” (da Wikipedia).

—————————————————-

The Housemartins, Happy Hour - 2:41
(Heaton, Cullimore)
Album: London 0 Hull 4 (1986)
Singolo: “Happy hour / The Mighty Ship” (1986)
Album: Now that’s what I call quite good (1988, raccolta)

Per altri testi, traduzioni e commenti, guarda la discografia completa degli Housemartins.

E’ disponibile una nuova versione di questo brano sul sito InfinitiTesti.com.

Per segnalare errori su testi o traduzioni, o semplicemente per suggerimenti, richieste d’aiuto e qualunque altra curiosità, potete scriverci all’indirizzo quality@infinititesti.com.

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

—————————————————-

Brano proposto da: Arturo Bandini e Marie Jolie
Direttore: Arturo Bandini (direttore@infinititesti.com)
Responsabile Quality: Marie Jolie (quality@infinititesti.com)

—————————————————-

  • Share/Bookmark

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 1591 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok