Fabrizio De André - Il bombarolo (testo)


“Chi va dicendo in giro
che odio il mio lavoro
non sa con quanto amore
mi dedico al tritolo
è quasi indipendente
ancora poche ore
poi gli darò la voce
il detonatore.

Fabrizio De André - Canzone del padre (testo)


“- Vuoi davvero lasciare ai tuoi occhi
solo i sogni che non fanno svegliare -
- Sì, Vostro Onore, ma li voglio più grandi -
- C’è lì un posto, lo ha lasciato tuo padre
non dovrai che restare sul ponte
e guardare le altre navi passare
le più piccole dirigile al fiume
le più grandi sanno [...]

Fabrizio De André - Sogno numero due (testo)


“Imputato ascolta
noi ti abbiamo ascoltato
tu non sapevi di avere una coscienza al fosforo
piantata tra l’aorta e l’intenzione
noi ti abbiamo osservato
dal primo battere del cuore
fino ai ritmi più brevi
dell’ultima emozione
quando uccidevi
favorendo il potere
i soci vitalizi del potere
ammucchiati in discesa
a difesa della loro celebrazione.

Fabrizio De André - Al ballo mascherato (testo)


“Cristo drogato da troppe sconfitte
cede alla complicità
di Nobel che gli espone la praticità
di un eventuale premio della bontà.

Fabrizio De André - La bomba in testa (testo)


“E io contavo i denti ai francobolli
dicevo “grazie a Dio”, “buon Natale”
mi sentivo normale
eppure i miei trent’anni
erano pochi più dei loro
ma non importa adesso torno al lavoro.

Bad Behavior has blocked 2336 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok