Gli short movies di IT: “InfinitiTesti” di Katalina Bakradze

—————————————————-

Una ragazza che gioca con il suo alter ego. Una splendida ballerina che prova i suoi passi di danza. Un giaguaro che attende di essere smacchiato. Un pianoforte dolce e martellante nello stesso tempo. Sono gli elementi del primo video dell’InfinitiTesti Worldwide Movie Project, diretto da una giovane regista georgiana, Katalina Bakradze, che si è già fatta conoscere per aver realizzato varie clip musicali di notevole livello artistico. Lo short movie scorre agevolmente, con un buon ritmo dettato dalla colonna sonora, nascondendo varie storie ed intrecci narrativi nelle diverse sequenze, sapientemente alternate con un montaggio veloce e definito. Degne di nota le protagoniste, la bruna Qeta Gvinepadze che interpreta se stessa ed il suo alter ego con naturale disinvoltura. Ma l’impatto più dolcemente devastante è dato dalla bellezza e dalla grazia della ballerina Natia Bunturi, magnifica interprete di un sentimento musicale che trascina il nostro piacere ben oltre i confini del razionale. Scelte forti, contrastanti, sicuramente non casuali.

Questa è l’interpretazione che Katalina Bakradze ha voluto regalare ad InfinitiTesti. Mentre il mondo della Rete, con una velocità sempre più sostenuta, consuma i propri eroi per un giorno, su IT abbiamo ancora la forza e la voglia di sederci, discutere, riflettere su quello che ci piace. Mentre in giro si inseguono le mode musicali del momento, ci si ingozza voracemente di cantanti e canzoni usciti il giorno prima (per poi dimenticarli il giorno seguente), su IT abbiamo ancora la forza di resistere all’obsolescenza programmata dei fenomeni musicali, agendo sulle leve della memoria e dell’approfondimento. Non ci interessa la celebrità sul web (sempre effimera, considerato che una volta raggiunta sarebbe sicuramente fonte di contestazione ad opera delle stesse minoranze che ci hanno acclamato). Non ci interessa ergerci a capo del dissenso, dell’anarchia, dell’anticonsumismo a difesa dell’arte per l’arte. Non abbiamo il culto della personalità o della vanità personale, visto che i nostri nomi non compaiono nemmeno per identificare i nostri lavori. Abbiamo solo la voglia di ritrovare una dimensione umana nel fenomeno artistico-musicale, non vogliamo scrivere e pubblicare per la gente, ma far uscire le nostre sensazioni dall’interno, far venire tutto fuori spontaneamente.

Arturo Bandini, 29 marzo 2013
direttore@infinititesti.com

—————————————————-

Credits.

Idea: Katalina Bakradze
Director: Katalina Bakradze
Cinematographer: Levan Maisuradze
Guest Director: Nick Dalakishvili
Girls: Qeta Gvinepadze
Ballerina: Natia Bunturi
Music: Benjamin Ann - “Heavy machinery and fine mechanics

—————————————————-

InfinitiTesti è un sito amatoriale che propone traduzioni e revisioni di testi musicali da tutto il mondo. I nostri lavori sono disponibili nelle pagine Traduzioni e Discografie, o si può far riferimento anche all’Indice Generale, suddiviso in canzoni Italiane e Straniere. Per maggiori approfondimenti in merito ai nostri percorsi e alle nostre Rassegne, si può leggere la sezione dedicata agli Speciali. Per ricevere in tempo reale tutti gli ultimi post pubblicati, si possono sottoscrivere i Feed RSS di InfinitiTesti. Per collaborare in qualunque forma con la redazione, si può far riferimento alla pagina Contatti.

—————————————————-

  • Share/Bookmark

Lascia un Commento

Bad Behavior has blocked 1023 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok