Claudio Lolli - Piazza, bella piazza (testo)


“Piazza, bella piazza
ci passò una lepre pazza
uno lo cucinò, uno se lo mangiò
uno lo divorò, uno lo torturò
uno lo scorticò, uno lo stritolò
uno lo impiccò
e del mignolino ch’era il più piccino
più niente restò.

Claudio Lolli - Agosto (testo)


“Agosto, improvviso si sente
un odore di brace
qualcosa che brucia nel sangue
e non ti lascia in pace
un pugno di rabbia
che ha il suono tremendo
di un vecchio boato
qualcosa che crolla, che esplode
qualcosa che urla
un treno è saltato.

Claudio Lolli - Un uomo in crisi (testo)


“Hai notato come sono
rari e fievoli i sorrisi
sulla bocca stralunata
di un uomo in crisi
come guarda sempre in basso
come cerca protezione
come evita a ogni passo
di attirare l’attenzione
sui suoi occhi stanchi e bui
senza più salde certezze
come cerca con le mani
sempre nuove sicurezze.

Claudio Lolli - Vent’anni (testo)


“Vent’anni tra milioni di persone
che intorno a te inventano l’inferno
Ti scopri a cantare una canzone
cercare nel tuo caos un punto fermo.

Claudio Lolli - Primo maggio di festa (testo)


“Primo maggio di festa oggi nel Vietnam
e forse in tutto il mondo
primo maggio di morte oggi a casa mia
ma forse mi confondo.

Bad Behavior has blocked 2105 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok