Enzo Jannacci - El portava i scarp del tennis (testo)


“Che scuse’, ma mi vori cuntav
d’un me amis che l’era anda a fa’l bagn
sul stradun, per andare all’idroscalo
l’era lì, e l’amore lo colpì.
El purtava i scarp de tennis, el parlava de per lu
rincorreva gia’ da tempo un bel sogno d’amore
el purtava i scarp de tennis, el g’aveva du occ de [...]

Enzo Jannacci - Vincenzina e la fabbrica (testo)


“Vincenzina davanti alla fabbrica
Vincenzina il foulard non si mette più
una faccia davanti al cancello che si apre già
Vincenzina hai guardato la fabbrica
come se non c’è altro che fabbrica
e hai sentito anche odor di pulito
e la fatica è dentro là…

Enzo Jannacci - Bobo Merenda (testo)


“Bobo Merenda aveva ragione
un giorno che dal caldo
partiva per lavoro
trovò sopra un signore
una lente a contatto
e all’improvviso vide
vide il suo vero amore
si chiamava Blanca
con gli occhi di cartone
di cartone

Enzo Jannacci - Ho visto un re (testo)


“Dai dai, conta su…ah be, sì be….
- Ho visto un re.
- Sa l’ha vist cus’e`?
- Ha visto un re!
- Ah, beh, sì, beh.

Bad Behavior has blocked 1548 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok