Francesco Guccini - Canzone di notte n. 2 (testo)


“E un’altra volta è notte e suono
non so nemmeno io per che motivo
forse perché son vivo
e voglio in questo modo dire “sono”
o forse perché è un modo pure questo
per non andare a letto
o forse perché ancora c’è da bere
e mi riempio il bicchiere

Francesco Guccini - Bologna (testo)


“Bologna è una vecchia signora
dai fianchi un po’ molli
col seno sul piano padano
ed il culo sui colli
Bologna arrogante e papale
Bologna la rossa e fetale
Bologna la grassa e l’umana
già un poco Romagna e in odor di Toscana…

Francesco Guccini - L’isola non trovata (testo)


“Ma bella più di tutte
è l’isola non trovata
quella che il Re di Spagna s’ebbe
da suo cugino il Re del Portogallo
con firma suggellata
e bulla del pontefice in gotico latino.

Francesco Guccini - Il frate (testo)


“Lo chiamavano il frate
il nome di tutta una vita
segno di una fede perduta
di una vocazione finita
lo vedevi arrivare
vestito di stracci e stranezza
mentre la malizia dei bimbi
rideva della sua saggezza

Francesco Guccini - Il vecchio e il bambino (testo)


“Un vecchio e un bambino si preser per mano
e andarono insieme incontro alla sera
la polvere rossa si alzava lontano
e il sole brillava di luce non vera
l’immensa pianura sembrava arrivare
fin dove l’occhio di un uomo poteva guardare
e tutto d’intorno non c’era nessuno
solo il tetro contorno di torri di fumo.

Bad Behavior has blocked 3079 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok