Modena City Ramblers - Primo potere (testo)


“Un tempo nella storia nasceva il capitale
il commercio era la porta il petrolio la sua chiave
il dollaro saliva mentre Nixon sorrideva
e dalla guerra fredda un nuovo esercito cresceva

Modena City Ramblers - L’unica superstite (testo)


“A Bettola stava scendendo la sera
e Lilli era pronta per andare a dormire
birocciai e sfollati per il coprifuoco
ritornavano a cercare un riparo
era il ‘44 sui monti di Reggio
la notte di San Giovanni
la ronda ha scoperto tre partigiani
venuti per distruggere il ponte

Modena City Ramblers - Transamerika (testo)


“Sei partito alla grande
con Alberto e con la moto
siam venuti tutti quanti a salutarvi
con un augurio, un abbraccio
una risata e una bottiglia
e le ragazze una lacrima ed un bacio

Modena City Ramblers - Quarant’anni (testo)


“Ho quarant’anni, qualche acciacco
troppe guerre sulle spalle
troppo schifo per poter dimenticare
ho vissuto il terrorismo
stragi rosse, stragi nere
aereoplani esplosi in volo
e le bombe sopra i treni

Modena City Ramblers - In un giorno di pioggia (testo)


“Is è mo laoch, mo ghile mear
Is è mo Shaesar
ghile mear
Ni fhuras fein aon tsuan as sean
o chuaigh i gcein mo ghile mear

Bad Behavior has blocked 2798 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok