Roberto Vecchioni - Signor giudice (Un signore così così) (testo)


“Signor giudice
le stelle sono chiare
per chi le può vedere
magari stando al mare

Roberto Vecchioni - Alessandro e il mare (testo)


“Il tramonto era pieno
di soldati ubriachi di futuro
fra i dadi le bestemmie
e il sogno di un letto più sicuro
ma quando lui usciva dalla tenda
non osavano nemmeno guardare
sapevano che c’era la sua ombra
sola davanti al mare.

Roberto Vecchioni - Figlia (testo)


“Sapeva tutta la verità
il vecchio che vendeva carte e numeri
però tua madre è stata dura da raggiungere
lo so che senza me non c’era differenza
saresti comunque nata
lei ti avrebbe comunque avuta.

Roberto Vecchioni - Sestri Levante (testo)


“Poi forse quest’inverno sarà freddo
e ci sarà la neve
e conterò ordinatamente i figli
quelli persi in teatro
quelli lasciati agli altri
mi curerò le zampe dalle schegge di vetro
farò più lunghi i passi
per non guardare indietro.

Roberto Vecchioni - Voglio una donna (testo)


“Una canzone di Natale
che le prenda la pelle
e come tetto
solo un cielo di stelle
abbiamo un mare di figli
da pulirgli il culo
che la piantasse un po’
di andarsene in giro

Bad Behavior has blocked 3375 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok