Stefano Rosso - Tre fratelli (testo)


“Accadde nel paese di sole e d’allegria
chi l’oro in bocca e chi scappava via
accadde nel paese di Totò
di chi inventò la truffa e chi l’America scovò

Stefano Rosso - Letto 26 (seconda parte) (testo)


“Via della Scala stava là
ed io dal letto 26
sognavo la mia libertà
cercando fra i ricordi miei
se adesso vado per il mondo
mi guardi tanto strano tu
ma sono sempre un vagabondo
che ha in tasca cento lire in più.

Stefano Rosso - Bologna 77 (testo)


“L’inverno passava qualcuno di lì
il nastro girava, suonava Lilly
girava il pallone, lo stadio impazzì
la voce tremava, l’inverno finì.

Stefano Rosso - Valentina (testo)


“Dov’è andata Valentina, chi lo sa?
Quella che scappò di casa un anno fa
con il sacco a pelo e un paio di blue jeans
e la scusa: in casa mia c’è da impazzir

Stefano Rosso - L’italiano (testo)


“Vent’anni all’estero da minatore
oppure in galleria come editore
scudetti in mezzo, buon meridionale
se ammazzo in Africa son coloniale
se ammazzo austriaci son patriota
canto da sempre non conosco nota.

Bad Behavior has blocked 774 access attempts in the last 7 days.

Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicita' e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando un qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di piu' o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui.
Ok